A

Accumulatori / Batteria

Gli accumulatori sono dispositivi elettrochimici ricaricabili per l’immagazzinamento dell’energie prodotta da impianti fotovoltaici. La corrente viene immagazzinata come corrente continua in accumulatori (oggi ecocompatibili) agli idruri metallici di nichel o idruri di nichel.
Impiegandoli con impianti solari, si ha il vantaggio di non dipendere dalle momentanee condizioni atmosferiche o notturne.

Ammortamento energetico

Con ammortamento energetico si intende il periodo in cui un impianto deve funzionare per produrre energia affinché si ammortizzino le spese di installazione. Sebbene per gli impianti fotovoltaici 3-4 anni sembrino lunghi, sono comunque sempre molto meno rispetto agli impianti tradizionali che produco emissioni e alle centrali nucleari. In più, gli impianti fotovoltaici producono energia molto più pulita.
Ammortizzate le spese di produzione, si parla di un impianto con un bilancio energetico positivo.

Ampere

L’ampere (simbolo = A) è l’unità base per misurare l’intensità della corrente elettrica.

Assorbitore

L’assorbitore assorbe i raggi solari, li converte in energia elettrica (modulo solare) e/o in calore (collettore solare) per poi essere trasferita o trasferito all’utenza. Impiegando assorbitori di colore scuro o con rivestimenti selettivi si raggiunge un alto grado di efficienza.

 

B

Bonifico di consumo pers.

Bonifico di consumo personale è un pagamento di legge per l'uso indipendente di auto-prodotta energia solare. Questo bonifico costituisce per la produzione di energia ecologica e per discarico delle reti elettriche.

 

C

Cella, Cella fotovoltaica, Cella solare

Il più piccolo componente in un modulo solare è la cella. Il materiale per la produzione di celle è composto da semiconduttori come silicio, germanio o arseniuro di gallio, laddove le celle di silicio sono le più diffuse.
Nelle celle, la luce del sole viene trasformata per effetto fotoelettrico. Irradiate di luce, nelle celle si separano tra loro gli elementi portatori di carica positiva e negativa andando a formare un campo elettrico che genera tensione. Per eliminare questa tensione, alla cella viene collegato un utente e la corrente continua inizia a scorrere.
Per poter utilizzare la corrente continua generata serve un collegamento ad un inverter che converte la corrente continua in corrente alternata.

Compenso per il proprio consumo

Il compenso per il proprio consumo è un pagamento regolato per legge per il proprio consumo di corrente prodotta autonomamente da un proprio impianto solare. Tale compenso rappresenta un incentivo per la produzione di energia ecologica e per alleggerire il carico della rete.

Contatore per l’immissione in rete

La quantità di corrente immessa nella rete pubblica da impianti FV viene calcolata tramite un contatore che, con regolari letture, fornisce informazioni sulla funzionalità e la potenza dell’impianto.


Corrente alternata

È la corrente elettrica, la cui direzione e potenza (polarità) si modifica nel tempo generalmente sotto forma di oscillazioni sinusoidali (al contrario della corrente continua). Per l’approvvigionamento di energia in Europa viene impiegata corrente alternata con una frequenza di 50 Hz (Hertz). Ciò significa che la corrente cambia direzione 100 volte in un secondo – ovvero assume 50 volte un valore positivo e 50 volte un valore negativo.


Corrente continua

Corrente continua (ingl. = direct current, abbreviazione: DC). La corrente elettrica, diversamente dalla corrente alternata, non cambia la direzione e l’intensità. Sorgenti tipiche di corrente continua sono le batterie, gli accumulatori e i moduli solari. Tramite un inverter è possibile convertire la corrente continua in corrente alternata in modo da poterla immettere nella rete pubblica.


Costruzione di impianti

Le elementi più importanti di un impianto fotovoltaico sono i pannelli solari e di stoccaggio (batteria). Ha bisogno di un inverter per trasformare la corrente continua in corrente alternata per la rete di alimentazione.

 

D

Data logger

I data logger sono un importante strumento per il controllo dell’impianto. I dati di rendimento e i valori dell’inverter vengono registrati e memorizzati con la possibilità anche di essere trattati su un portale Internet e quindi poterli regolarmente controllare.

Degradazione

Con degradazione si intende il processo di invecchiamento dei moduli solari che comporta una perdita del grado di rendimento. Il processo dipende dal tipo di celle solari, quelle mono e policristalline invecchiano lentamente ma costantemente con l’esposizione al sole. Con le misurazioni e i test effettuati sui nostri moduli fotovoltaici possiamo dare maggiori garanzie sulle prestazioni rispetto alla media delle regolari garanzie della concorrenza..

 

E

 

Energie alternative

Con energie alternative ( = energie rinnovabili o rigenerative) si intendono quelle energie che si rinnovano da sole o il cui utilizzo non contribuisce all’esaurimento delle risorse naturali. Generazione di energia ad es. da centrali idriche, energia eolica, energia solare, geotermia e da biomasse – per produrre corrente, calore, combustibile.


Energia Solare

Considerata a livello fisico, l’energia solare (o energia del sole) è l’energia generata dal sole che arriva sulla terra sotto forma di raggi elettromagnetici.
In base alle condizioni ambientali e meteorologiche e anche del grado di latitudine, questa energia viene in parte trasformata nell’atmosfera in calore o arriva sulla terra sotto forma di luce.
La quantità di energia che arriva sulla terra nel complesso è 5000 volte superiore al fabbisogno complessivo di energia dell’umanità.
Per sfruttare questa energia esistono due tecnologie, il fotovoltaico e la termia solare.
Nelle centrali a termica solare viene sfruttata l’energia termica del sole, cosa economica solo nelle regioni dove abbondano giornate di sole in quanto il processo è dispendioso per gli alti costi di esercizio e manutenzione.
Nel fotovoltaico l’energia del sole viene trasformata in energia elettrica direttamente nelle celle solari di un modulo tramite un processo privo di emissioni.
Con l’ausilio di accumulatori l’elettricità generata può essere immagazzinata o immessa nella rete pubblica.


F

Fotovoltaico

Nel fotovoltaico l’energia del sole viene convertita nelle celle solari di un modulo direttamente in energia elettrica. Tale processo è privo di emissioni.
Tramite accumulatori l’elettricità generata può essere immagazzinata o immessa nella rete pubblica.
Sebbene la produzione di impianti solari in Germania sia più cara, spesso non viene considerato che molte altre strade per produrre energia comportano costi conseguenti ben più alti.
Poiché i moduli solari producono corrente continua, mentre per le utenze domestiche e la gran parte degli altri utenti si ha bisogno di corrente alternata, la corrente continua prodotta deve essere convertita in corrente alternata con l’ausilio di inverter.

Per l’utente in Germania, il fotovoltaico è un’alternativa rimunerativa rispetto al gestore di elettricità e alla produzione di corrente che causa emissioni e rappresenta anche una buona soluzione per diminuire il carico della rete in quanto se ne decentralizza la produzione.

 

G

Generatore

Trasforma le altre forme di energia in corrente. Nel campo della tecnologia solare, con generatore o centrale solare si intende solo l’insieme dei moduli fotovoltaici interconnessi.

Grado di rendimento del modulo

Per grado di rendimento, indicato in %, si intende il rapporto tra l’energia irradiata (energia del sole) e assorbita da una cella solare, un modulo solare o un collettore e l’energia elettrica prodotta dalla trasformazione dell’energia elettrica utilizzabile.
Quanta più energia produce una cella a parità di insolazione, tanto più è elevato il grado di rendimento.

 

H

Hot Spots

Gli hot spots in un modulo solare nascono quando una cella, a causa di sporcizia o ombreggiamento, non produce corrente o ne produce poca. La potenza della cella solare viene ridotta e l’energia assorbita si trasforma in calore. Con il passaggio della corrente prodotta dalle altre celle, la cella in questione può autodistruggersi.
Per evitare ciò, i moduli vengono prodotti con diodi bypass antiparalleli tramite i quali la corrente su una cella oscurata può essere deviata.

I

Impianto fotovoltaico, Impianti solare, sistema solare

L’“insieme in sito“ di moduli solari viene chiamato impianto solare, che può essere allacciato alla rete pubblica (grossi gestori di elettricità gestiscono grossi parchi solari). L’utente privato è in grado non solo di produrre il suo fabbisogno, ma anche di immettere il sovrappiù nella rete pubblica e metterla a disposizione di altri utenti.
L’immissione in rete viene retribuita in modo che, decorso il periodo di ammortamento, si può ottenere un guadagno economico. I contatori per l’immissione in rete possono essere noleggiati presso i locali gestori di elettricità dietro pagamento di un piccolo canone annuale.

Impianti fotovoltaici in comune tra gruppi di persone

Se i tetti della propria casa non sono adatti all’installazione di impianti fotovoltaici, una valida alternativa è quella di partecipare all’interno di un gruppo di persone all’installazione di un impianto solare gestito in comune. Mettendosi insieme e acquistando impianti più grandi si ha la possibilità di ridurre i costi per ogni singolo partecipante.

Incentivo

Con l'introduzione della "legge sulle energie rinnovabili" in Germania per l'alimentazione di energia elettrica auto-generata in rete elettrica si ottiene un incentivo. La Germania è stata un pioniere, molti altri paesi seguirono l'esempio con modelli simili, per fare lucrativa elettricità prodotta ecologicamente e autosufficienza.

Inverter

La corrente continua prodotta da un impianto fotovoltaico non può essere utilizzata dalla gran parte dei consumatori in quanto quasi tutti gli apparecchi elettrici funzionano a corrente alternata. L’inverter converte la corrente continua in corrente alternata.

 

J

 

K

 

L

 

M

Modulo, Modulo fotovoltaico, Pannelo solare

Il modulo fotovoltaico è composto da più celle solari connesse in serie mediante nastrini saldati formando una stringa (ingl. = strang). Le stringhe vengono applicate su un fondo a pellicola resistente alle intemperie e sono protette con vetro sul lato rivolto verso il sole. Per renderlo stabile, il modulo solare nella maggior parte dei casi è inserito in un telaio di alluminio.
L’insieme dei moduli fotovoltaici installati in un sito viene chiamato impianto fotovoltaico.

monocristallino

Nelle celle monocristalline il silicio viene trattato in modo tale che i suoi atomi formino un reticolo omogeneo di cristallo.
Durante la produzione il silicio viene “estratto” dalla colata per poi indurirsi.
 

Montaggio nel tetto

Gli impianti a tetto possono essere installati sul tetto o essere integrati nel tetto.
I moduli che vengono integrati nel tetto presentano dei vantaggi estetici/ottici rispetto a quelli standard su tetto, con spese di installazione e costi ovviamente maggiori che vanno comunque considerati già durante la costruzione della casa. Il grado di rendimento di questo moduli solari è minore per carenza di ventilazione e viene stimato a meno del 5% circa, se non viene correttamente considerato durante la costruzione della casa.

 

N

 

O

Ombreggiamento

Con ombreggiamento si intende la presenza di ombra degli edifici circostanti, degli alberi sui moduli fotovoltaici e delle condizioni di ambientali. In presenza di ombreggiamento i moduli perdono di potenza riducendo il rendimento. Volendo acquistare un impianto fotovoltaico si dovrebbe tenere in considerazione se in determinate ore del giorno sul tetto o sulla facciata siano presenti delle ombre.

 

P

Periodo di ammortamento

Il periodo di ammortamento esprime il tempo entro il quale un impianto fotovoltaico si ammortizza in termini finanziari ed energetici. In base alla rimunerazione per l’immissione in rete della corrente, al rendimento energetico e al tipo di finanziamento occorre un certo periodo per ammortizzare le spese dell’investimento prima di poter conseguire un guadagno economico dalla gestione dell’impianto fotovoltaico.

policristallino

Celle policristalline si generano fondendo il materiale grezzo di silicio e colandolo in blocchi quadrati. Gli atomi sono amorfi e disallineati.

 

Q

 

R

Recupero di Energia

Il periodo di ammortamento è il tempo entro il quale un sistema solare si ripaga economicamente ed energeticamente. Con la funzione di mangimi, la produzione di energia e di finanziamento di cui ha bisogno di tempo per i costi di investimento che devono essere risolte prima di poter raggiungere il successo finanziario della gestione di un impianto fotovoltaico.


Rivestimento antiriflettente

Per fa sì che le celle fotovoltaiche riflettano meno luce possibile, sulla loro superficie viene applicato uno strato antiriflettente di nitrito di silicio. Ciò comporta un assorbimento maggiore di luce e quindi un aumento sostanziale del grado di rendimento di un modulo solare.

 

S

Silicio

Il silicio è un elemento chimico con il simbolo Si. E’ un semimetallo, quindi un materiale con caratteristiche metalliche e non metalliche. Dopo l’ossigeno è l’elemento più comune sulla terra. In forma di diossidi è presente in molti minerali, a cominciare dalla sabbia e dai quarzi fino alle pietre semipreziose.
I silicio è di colore grigio scuro e per lo più possiede una brillanza metallica.
Per il trattamento e trasformazione in celle solari, il silicio deve essere purificato diverse volte fino a raggiungere una purezza del 99,9% per poter essere effettivamente impiegato.

Sistemi a isola

Con sistema a isola si intendono quegli impianti fotovoltaici che non sono allacciati alla rete pubblica. La corrente prodotta viene immagazzinata come corrente continua in accumulatori.
Questo tipo di impianti fotovoltaici sono adatti per l’approvvigionamento di corrente peri regioni non dotate delle infrastrutture di base o tagliate fuori dalla rete pubblica (montagne, zone di campagna, paesi in via di sviluppo).
Nei paesi in via di sviluppo sta aumentando il ruolo svolto da impianti fotovoltaici per il fatto che si può assicurare l’approvvigionamento di corrente senza dover attendere l’installazione di una rete elettrica e delle infrastrutture.

Stringa

Le celle solari connesse in serie con un nastrino di saldatura si chiama stringa

Struttura di impianti fotovoltaici

I più importanti componenti di un impianto fotovoltaico sono i moduli solari e l’accumulatore. Per l’immissione in rete della corrente serve un inverter che converte la corrente continua in corrente alternata.

 

T

 

U

 

V

 

W

Watt

Watt (abbreviazione = W) è l’unità di misura della potenza elettrica.
Potenza (P, misurata in Watt), tensione (U, misurata in Volt) e corrente (I, misurata in Ampere) indicano le più importanti caratteristiche di un impianto FV.
Per agli apparecchi elettrici, se si conoscono due di questi valori, è possibile calcolarne il terzo:


corrente = potenza : tensione
(Ampere = Watt :Volt)


potenza = tensione x corrente
(W = V x A)


tensione = potenza : corrente
(V = W : A)


Watt-Peak (abbreviazione = Wp = potenza di picco)

Nella tecnologia fotovoltaica indica il valore della capacità di prestazione di celle solari. La potenza di picco è la potenza massima possibile che una cella e/o impianto solare può raggiungere in determinate condizioni, fissate con una irradiazione solare di 1.000 W/mq, una temperatura ambiente di 25 °C e una velocità del vento di 1m/s. Tali parametri corrispondono alle condizioni ambientali ideali per il funzionamento di una cella solare installata. La potenza di picco viene indicata in Watt Peak (Wp), Kilowatt Peak (kWp) o Mega Watt Peak (MWp). Alcuni produttori definiscono la potenza di picco anche come valore nominale o potenza nominale. Quanto più ideale è il punto di installazione dell’impianto solare, tanto più frequente è la potenza di picco e di conseguenza il grado di rendimento. In condizioni di ombreggiamento o di irradiazione solare non perpendicolare (di mattina/di sera) non viene raggiunta la potenza di picco.

 

X

 

Y

 

Z